Ultima modifica: 8 Giugno 2020

Senza Zaino Day 2020

“Quando i bambini ed i ragazzi imparano a comunicare efficacemente con se stessi e con gli altri, le loro vite e le loro relazioni interpersonali possono venirne profondamente trasformate: imparano a manifestare una comprensione rispettosa per i messaggi ricevuti; a modificare gli schemi di pensiero che portano alla collera; a dire ciò che desiderano senza suscitare ostilità; a usare la voce quando serve con toni pacati e volumi bassi; a
comunicare – in definitiva – con “Parole Gentili”.
Allora usare parole gentili – ovvero essere cordiali nel senso forte di un’amicizia che viene dal cuore – per noi di Senza Zaino significa mettere in pratica i valori che ci guidano.
Responsabilità è cura e gentilezza verso l’altro.
Comunità è sentirsi un noi dove la gentilezza è riconoscimento di un essere assieme che va oltre l’individuo.
Ospitalità è cordialità, nel senso di quella disponibilità e accoglienza per cui non vi sono distinzioni tra stranieri e nativi, tra uomo e donna; né differenze di appartenenza culturale, di talenti, di razza e di religione.
Le scuole Senza Zaino, nel Senza Zaino Day lanciano questo messaggio di
comunicazione nonviolenta, grazie ai bambini e ai ragazzi e con gli adulti che stanno con loro, diventando esse stesse il cambiamento che vorremmo vedere nel mondo, perché come diceva Mahatma Gandhi “nessun cambiamento avverrà mai se rimaniamo ad aspettare che siano gli altri a cambiare per primi”.

DANIELA PAMPALONI

In questo anno inimmaginabile la strana “normalità” dell’appuntamento di tutte le SCUOLE SENZA ZAINO D’ITALIA nel SZ DAY è stata un’occasione vera e autentica di riflessione sulle parole e sul loro potere come forse mai in presenza sarebbe stato.

Senza essere “aiutati” da sguardi, gesti e sensazioni “di pelle” e\o “di pancia” che la vicinanza fisica porta con sé, abbiamo potuto fermare il nostro pensiero sulle parole e su come la comunicazione, nostro unico appiglio per arrivare agli altri in questi mesi, abbia un potere ed un peso reale sul nostro essere.

Godiamoci con cura ciò che adulti e bambini in quest’occasione speciale sono riusciti a comunicare e la meravigliosa immagine di noi che ne è emersa.

GRAZIE!