Ultima modifica: 21 Ottobre 2019

Giornata ecologica per la scuola primaria e secondaria di Revello

Un allegro esercito di magliette blu ha invaso venerdì mattina le strade di Revello. Si è trattato degli allievi dell’Istituto Comprensivo che hanno partecipato in centinaia alla Giornata Ecologica nata grazie alla sinergia tra Scuola, Comune e Associazioni attive sul territorio.

Gli allievi delle classi I, II, III e IV della Primaria sono stati coinvolti in attività di sensibilizzazione sul tema della raccolta differenziata con esperti della Cooperativa Erica e, successivamente, hanno dato avvio al progetto “Seituecocompatibile” che prevede di sviluppare una proposta di riuso/reimpiego creando oggetti di uso comune

Per i ragazzi della quinta e della Secondaria di Primo grado la mattinata è cominciata con una grande agorà all’aperto, in cui Dirigente, assessori e volontari di ANA e Protezione Civile hanno illustrato il valore simbolico e concreto dell’iniziativa. In questa occasione, l’Assessora Disderi ha sottolineato il ruolo attivo del CCR nel proporre e promuovere l’attività che si è innestata sull’idea “Clean for future”, già realizzata in occasione del passaggio a Revello, mesi addietro, dell’“Eco Runner” Roberto Cavallo.

Successivamente, gli alunni, muniti di guanti e di t-shirt blu donata dall’associazione Cecy Onlus, hanno raggiunto i luoghi di Revello scelti per l’attività.  Un primo gruppo formato dagli allievi delle classi Quinte della Primaria e Prime della Secondaria di Primo Grado, si è recato in via della Collegiata e Via De Reges, presso l’area del Campanile delle Ore; un secondo gruppo composto dalle classi Seconde e Terze della Scuola Secondaria di Primo Grado è entrato in azione presso l’Antico Mercato Coperto, i giardinetti del Comune e la zona degli Impianti Sportivi.

Il purtroppo ricco “bottino” di rifiuti, raccolti e debitamente diversificati ha evidenziato sia l’entusiasmo, la serietà e l’efficacia con cui hanno agito i ragazzi coinvolti, sia il bisogno di un’azione continua di salvaguardia dell’ambiente che coinvolga il maggior numero possibile di individui. Insomma, l’orologio che indica lo stato di salute della nostra Terra (e che i nostri allievi hanno idealmente scelto come volantino promozionale dell’iniziativa), come ha ricordato la Dirigente, deve tornare ad indicare il verde al più presto.

La mattinata si è quindi conclusa con un ulteriore incontro di sensibilizzazione ambientale in cui Letizia Garri, ex allieva dell’Istituto e attualmente studentessa presso l’Università di Trieste, ha presentato l’iniziativa “Amico dell’ambiente”, un progetto che, attraverso la raccolta dei tappi in plastica, mira a sostenere scuole e associazioni salvaguardando al contempo la natura.

A detta di tutti i ragazzi partecipanti, si è trattato di una mattinata entusiasmante, che ha permesso di sperimentare quanto possa essere potente anche un piccolo gesto, se fatto da un’intera comunità. E a questo riguardo ci piace concludere e ringraziarli con una filastrocca di Bruno Tognolini.

Un piccolo gesto è una pietra preziosa
cela un segreto che è molto potente
qualcosa accade, se tu fai qualcosa
e niente accade, se tu non fai niente.

Basta un secchiello a vuotare il mare?
Basta una scopa a pulire la città?
Forse non basta, ma devi provare
se provi, forse, qualcosa accadrà

È un gesto inutile, ma non importa
piccoli gesti hanno forza infinita
se ognuno spazza davanti alla porta
la città intera sarà pulita.